SS. Angeli Custodi

Storia della Parrocchia

Nel 1950 l’allora parroco di S. Maria Assunta (al Bassanello – PD), don Anselmo Bernardi, dinnanzi al progressivo popolamento della zona, propose al vescovo di Padova Mons. Girolamo Bortignon l’idea della creazione della parrocchia della Guizza. La proposta fu favorevolmente accolta e nel febbraio 1951 la Curia acquistò dalla famiglia Fasolo l’area necessaria alla realizzazione delle opere relative alla struttura parrocchiale.
Alla fine dello stesso anno, don Anselmo Bernardi tenne presso l’antica chiesetta del Baraccon (l’attuale Oratorio dell’Angelo di Via Fogazzaro) la prima riunione dei capifamiglia della zona presentando loro don Fortunato Gambin (cappellano al Bassanello), che sarebbe diventato il futuro parroco della nascente parrocchia dei SS. Angeli Custodi in Guizza.

La nuova Parrocchia intitolata ai SS. Angeli Custodi fu istituita il 4 aprile 1954 e, in attesa della costruzione della chiesa parrocchiale, il 27 maggio il Vicario Generale mons. Giuseppe Pretto, elevò provvisoriamente la chiesetta del Baraccon quale chiesa parrocchiale. Il 24 settembre 1954 don Fortunato Gambin viene nominato Parroco della nuova parrocchia.
La chiesa, su disegno dell’ingegnere e architetto Giulio Brunetta, vide la posa della prima pietra il 17 ottobre del 1954 (si inizia con la costruzione della cappella laterale) e viene aperta al culto il 31 agosto del 1957 con la cerimonia inaugurale da parte del Vescovo.
Ricordiamo che i lavori per la realizzazione della chiesa furono funestati – il 13 giugno 1956 – da una tremenda sciagura: durante la posa delle capriate poste a sostegno del tetto, alcune di esse crollarono, trascinando e coinvolgendo alcuni operai. L’incidente causò tre morti e quattro feriti, provocando un immenso dolore nel Parroco e nei fedeli.

L’opera si inserisce nel contesto architettonico del primo dopoguerra: abbandonati i vecchi schemi tradizionali, si orienta verso un’essenzialità costruttiva ancora insuperata.
All’interno sono custodite delle piccole ma significative opere di interesse artistico:
– la Via Crucis disegnata da Fulvio Pendini ed eseguita dai maestri dell’arte vetraria Scolari;
– il paliotto dell’altare maggiore, bassorilievo raffigurante quattro angeli che sostengono la chiesa, opera dello scultore Amleto Sartori;
– due opere lignee: il crocifisso dell’altare maggiore e la raffigurazione degli angeli, entrambi opere della scuola Dolsi di Ortisei in Val Gardena.

Alla guida della parrocchia si sono avvicendati:
– don Fortunato Gambin dalla fondazione sino al 18 aprile 1991
– don Ottaviano Menato dal 15 ottobre 1991 al settembre 2002
– don Sandro De Paoli, dal 25 settembre 2002 al settembre 2012.

Il 18 novembre 2012 don Luigi Bortignon ha fatto il suo ingresso come co-parroco e come moderatore della neonata UNITÀ PASTORALE GUIZZA formata dalle 3 parrocchie limitrofe: S. Maria Assunta al Bassanello, Santa Teresa e Santi Angeli Custodi.
Attualmente lo affiancano, in questo compito, don Giuseppe Galiazzo e don Vittorio Pistore.