IL CUORE PIENO DI GRATITUDINE E GRAZIE…

“In ogni cosa rendete grazie: questa infatti è volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi.” (1Ts. 5,18). San Paolo esorta la comunità dei tessalonicesi ad essere piena di gratitudine al Signore per tutto quello che fa. Sento anche nel mio cuore questo sentimento e per questo voglio dire grazie a Dio e a tutti voi delle comunità parrocchiali di Santa Teresa di Gesù Bambino, Santi Angeli Custodi e Bassanello. Vorrei ringraziare tutti per la vostra accoglienza, l’amore e l’aiuto che mi avete manifestato in diversi modi mentre ero impegnato a imparare e a crescere nella fede durante i sette anni del mio soggiorno tra di voi. Soprattutto vorrei ringraziare la diocesi di Padova, il vescovo Claudio, la curia diocesana, l’ufficio missionario diocesano e quello della pastorale per i migranti. Grazie di cuore a don Luigi per l’amore “paterno” e la condivisione del sorriso e del dolore della vita; non solo qui ma anche nei posti più belli: le colline e le montagne del Veneto. Grazie di cuore a don Giuseppe per l’amore e la cura “materna” e tutto quello che ha fatto accompagnandomi nei momenti di felicità e anche nel dolore. Mi ha aiutato a imparare la lingua, a leggere la parola di Dio, a vivere la liturgia e mi ha anche insegnato a cucinare, oltre ad aiutarmi in tutti i modi possibili. Grazie mille a Don Vittorio per il suo amore “fraterno”, per l’affetto e la pazienza nel farmi conoscere le cose. Grazie alle suore delle tre parrocchie per l’amore, la cura nei miei confronti e l’incoraggiamento. Esprimo il mio ringraziamento e gratitudine alle molte persone dell’Unità Pastorale; a tutti quelli che mi hanno aiutato ad imparare la lingua, mi hanno incoraggiato a leggere, a parlare e a pregare; ai diversi gruppi delle parrocchie: Caritas Parrocchiale, Azione Cattolica e molti altri che mi hanno aiutato e ispirato. Vorrei fare un elenco ma ho paura di tralasciare qualcuno, e allora, con il cuore pieno di gratitudine, ringrazio tutte le persone: adulti, giovani, bambini, famiglie e comunità che mi hanno aiutato direttamente o indirettamente in modi diversi. Aggiungo, infine, un grazie per le preghiere per me e per la mia diocesi e famiglia. Vi chiedo di continuare a pregare per me e per il mio ministero pastorale. Io assicuro la mia preghiera a tutti voi. Che Dio vi benedica tutti. Grazie di cuore per tutto. Don Anil Ekka